I principali driver alimentari per il 2018

I principali driver alimentari per il 2018

Innova Market Insights ha tracciato una classifica delle principali tendenze che andranno a condizionare il panorama alimentare il prossimo anno, basata sull’analisi continua dell’attività di lancio di nuovi prodotti fra alimentari e bevande e sulle ricerche di mercato condotte fra i consumatori volte a decifrarne le esigenze emergenti.

Secondo Lu Ann Williams, direttore della divisione Innovazione di Innova Market Insights, il consumatore di oggi mostra un alto livello di attenzione ai temi del benessere e dell'ambiente, per cui non sorprende che sia sempre più consapevole riguardo alle proprie scelte alimentari e che voglia sapere cosa c’è dentro ciò che mangia, al fine di scegliere alimenti e bevande alla luce di considerazioni etiche, sulla salute e la sostenibilità.

Le prime cinque tendenze che Innova Market Insights ha individuato per il 2018 sono:

 

Scelte consapevoli. I consumatori sono più consapevoli che mai rispetto a scelte alimentari responsabili e sempre più interessati a conoscere ingredienti, composizione e luogo di provenienza dei prodotti. I dati raccolti dall’analista indicano che un consumatore americano, britannico e tedesco su due legge spesso gli ingredienti in etichetta e 7 su 10 americani e britannici vogliono conoscere e capire l’elenco degli ingredienti. Nel contempo, un maggiore interesse per gli aspetti etici si traduce nell’utilizzo di claim di questo tipo sui prodotti, sia alimentari che bevande, che hanno registrato fra il 2011 e il 2016 una vera impennata, con un CAGR del 44%.

 

Piacere e leggerezza. Mentre i consumatori cercano sempre di più di mangiare e bere in modo sano, aumenta l’appeal dei prodotti più leggeri in termini di contenuto di alcool, zucchero, sapore, consistenza o addirittura proposti in porzioni più piccole, ma sicuramente non a scapito di un profilo gusto familiare, di alta qualità e appagante.

 

Attenzione alla lavorazione. I consumatori sono sempre più interessati ai prodotti naturali e minimamente trattati, per cui l'industria sta rilanciando processi tradizionali come gli alimenti fermentati, tè e caffè estratti a freddo e prodotti di recente sviluppo.

 

Chiudere il cerchio. Il concetto di circolarità è sempre più diffuso, con una maggiore aspettativa dei consumatori riguardo alla capacità delle aziende e dei marchi di essere più attenti al consumo di risorse lungo tutto il ciclo di produzione e poi di vita del prodotto, all’uso innovativo dei rifiuti alimentari e all’adozione di più imballaggi biodegradabili e rinnovabili.

 

Caffè e tè oltre i confini. Mentre il caffè è chiaramente in crescita tra i Millennial e la Generazione Z (i nati dagli inizi del 1995 fino al 2010), anche il tè sta cercando di reinventarsi tra i più giovani. Giocando sul gusto, su associazioni sperimentali del caffè e un’immagine salutistica del tè, l'industria sta cominciando a usarli come ingredienti e aromi al di fuori delle sotto-categorie delle bevande calde e del caffè in un’ampia gamma di prodotti, dalle barrette energetiche, agli yogurt, alla marmellata.

 

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.