Pubblicato in Mercati Consumi
Fra i cereali da colazione l’attenzione è per i prodotti integrali, ricchi di fibra e proteine
Un nuovo rapporto di Innova Market Insights rivela che fibra, cereali integrali e proteine saranno i punti focali dell’interesse salutistico per i cereali per la prima colazione e che, nonostante la proliferazione di opzioni relativamente ricche di zucchero presenti in alcuni segmenti del mercato, questi prodotti conservano un'immagine tradizionalmente abbastanza sana. Tre quarti dei lanci di cereali per la prima colazione registrati dall’analista di mercato fra l’ottobre 2013 e la fine di ottobre 2014 si riferivano in qualche modo al tema salutistico, con una percentuale che tuttavia varia di regione in regione, tanto da toccare il 94% in Australia e solo il 64% in Asia.
Secondo Lu Ann Williams, direttore del settore innovazione di Innova Market Insights, si evidenzia un crescente interesse per i prodotti che si richiamano ad un concetto salutistico generale o che fanno leva su svariati vantaggi specifici, e questa tendenza è esasperata dalle restrizioni normative in materia di claim in alcune aree, tra cui il Nord America e l'Unione europea.
I claim salutistici più popolari per i cereali riguardano in generale l'uso di cereali integrali e il contenuto in fibra, tanto che sono presenti in circa il 47% dei lanci di cereali per la colazione, dove il riferimento ai cereali integrali è utilizzato nel 31% dei casi e il contenuto di fibra nel 34%, il che mostra un certo livello di sovrapposizione e che un numero significativo di prodotti utilizza entrambi i claim. Anche la dicitura "Fonte di proteine" caratterizza sempre più l'attività del prodotto, come riflesso dell’aumento di interesse di questo tema nel mercato alimentare e delle bevande in generale, tanto che è stata utilizzata in poco meno del 10% dei lanci di cereali a livello globale, ma la percentuale sale al 15% negli Stati Uniti.
In termini di claim salutistici attivi, che sono più spesso associati a vantaggi funzionali, il benessere cardiaco continua a guidare la classifica, nonostante un inasprimento della legislazione su queste enunciazioni in molti mercati. Esso, infatti, è stato utilizzato in quasi l'8% dei lanci registrati nel mondo, in aumento al 13,1% negli Stati Uniti, davanti all’arricchimento in vitamine e minerali con il 7% a livello globale, energia e prontezza di riflessi con il 5,5%, funzione digestiva o benessere intestinale, con poco meno del 4%, e controllo del peso con poco più del 2%.
Come ci si potrebbe aspettare dato l’enorme e altamente sviluppato mercato dei cereali per la prima colazione, gli Stati Uniti tendono in molti casi a guidare la classifica dell'attività di prodotto e dell'innovazione, e questo si riflette sulla recente attività di lancio. Il crescente interesse per il contenuto proteico si riflette in una maggiore enfasi sul contenuto di questo nutriente da parte di alcuni marchi affermati, così come nel lancio di prodotti speciali ad alto contenuto proteico. Cheerios della General Mills, uno dei principali marchi leader per i cereali negli Usa, ha esteso a metà del 2014 la gamma con due nuove varianti proteiche, in seguito al lancio di opzioni di questo tipo all'inizio dell'anno all’interno della gamma Fiber One.
Anche un altro produttore di cereali iconico negli Stati Uniti, la Post, ha aggiunto varianti proteiche alle linee esistenti, chiamate Great Grain Protein, a cui sono seguiti nella primavera dello scorso anno due nuovi prodotti della linea Digestive Blend.
Nel Regno Unito, che è un altro mercato consolidato per i cereali per la colazione, l'attività del prodotto si è concentrata su un'immagine salutistica e il contenuto di fibra dei prodotti. Qui si è messa in evidenza una crescente popolarità del muesli, in risposta alla richiesta di soluzioni non trasformate, naturali e sane. Il marchio Special K Nourish, disponibile negli Stati Uniti e in Australia, deve ancora essere lanciato in Gran Bretagna, mentre qui l'attenzione nel 2014 si è concentrata sulla gamma Special K Granola comparsa all'inizio dell'anno. Nello stesso modo, i muesli Special K sono stati lanciati in Francia e in Germania.

Lascia un commento

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer