Pubblicato in Mercati Consumi
Trend positivo per gli snack alla carne con claim proteici
Una recente indagine di Innova Market Insights evidenzia come il crescente interesse per il contenuto proteico sia risultato particolarmente vantaggioso per il mercato degli snack di carne, dal momento che molti prodotti sono naturalmente ricchi di proteine e hanno fatto un uso sempre più spiccato di claim che sottolineano l’alto tenore di questi nutrienti o lo status di “fonte proteica”. Secondo i dati dell’analista di mercato, quasi il 15% dei lanci di snack a base di carne a livello mondiale, nell’anno terminato a fine aprile 2015, ha utilizzato claim riferiti alle proteine, superando addirittura il 50% negli Stati Uniti.
Secondo Lu Ann Williams, direttore del settore innovazione di Innova Market Insights, anche prima dell’emergere di questo interesse per il contenuto proteico, il mercato degli snack mostrava una buona crescita a livello globale, per effetto della crescente domanda di spuntini più sostanziosi adatti ad un consumo “on the go".
Tuttavia, con poche eccezioni, tra cui gli Stati Uniti e il Sud Africa, il mercato rimane relativamente poco sviluppato. Il numero di lanci di prodotti alla carne rimane esiguo in termini lanci di snack considerati nell’insieme, pesando per appena il 5,5% del totale mondiale nelle 52 settimane conclusesi con lo scorso mese di marzo. Comunque le cifre complessive sono aumentate costantemente negli ultimi anni, per effetto della segmentazione in corso nei mercati più stabili, come gli Stati Uniti, nonché di una maggiore penetrazione su quelli non tradizionali, in particolare alcuni europei.
L’Asia guida la classifica con oltre il 60% dei lanci, principalmente a causa del gran numero di snack di carne tradizionali in fase di immissione sul mercato in Cina. Segue al secondo posto l’America Settentrionale, in primo luogo con gli Stati Uniti, davanti all’Europa, dove nonostante il gran numero di Paesi e cucine tradizionali coinvolti, lo stato relativamente sottosviluppato del mercato ha fatto sì che i livelli di attività fossero più limitati.
Gli snack a base di carne rappresentano la quarta maggiore categoria di snack salati negli Stati Uniti dopo patatine fritte, tortilla chips e miscele di frutta a guscio, frutta secca e altro. Il mercato è dominato da prodotti essiccati e, pur essendo relativamente maturo, ha mostrato una buona crescita negli ultimi anni. I produttori hanno aggiornato la gamma di prodotti per concentrarsi su un'immagine più salutistica, formati di packaging più pratici e una gamma più ampia di sapori sempre più complessi, in particolare varianti piccanti e speziate, spesso con un tocco etnico. Costante anche l’interesse ad utilizzare anche altri tipi di carne oltre ai tradizionali manzo e tacchino, con novità al pollo e alla pancetta.
Considerando lo stato di sottosviluppo del mercato degli snack di carne al di fuori degli Stati Uniti ci sono chiaramente ulteriori opportunità di crescita, in particolare nel caso in cui gli snack possano essere proposti con un'immagine gustosa, sana, sostanziosa e pratica per tutte le occasioni, potenziata dai prodotti già in assortimento e da attività promozionali. Conclude la Williams sostenendo che le recenti attività di acquisizione visibili sia negli Stati Uniti che in Europa dimostrano come l'industria ritenga che questo settore abbia ancora un notevole potenziale di mercato.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer
 

PopUp Aholic

AAAAA