Pubblicato in Mercati Consumi
Settori d’uso finale dei film plastici ad alta barriera 2015 (Fonte: AMI).

L’imballaggio alimentare rappresenta uno dei più grandi e importanti mercati globali per i film plastici, e lo sviluppo di pellicole con proprietà barriera sufficienti a proteggere, conservare e prolungare la durata dei prodotti confezionati è un requisito sempre più richiesto dall'industria alimentare e la grande distribuzione. Mentre nel mondo aumenta la consapevolezza sullo spreco di risorse alimentari deperibili, l'industria delle materie plastiche deve sviluppare progressi tecnologici per soddisfare le nuove esigenze e i crescenti obblighi morali imposti dalla politica. I substrati plastici offrono straordinari vantaggi ai proprietari di marchi in termini di leggerezza, resistenza, trasparenza, flessibilità e stampabilità, ma sono spesso molto più carenti in termini di permeazione a gas, profumi e aromi. Lo sviluppo di proprietà barriera sufficienti ad un costo adeguato è complesso e impegnativo e sono state sviluppate diverse soluzioni a seconda del prodotto, della posizione geografica e della natura del settore di attività del converter.

Secondo una recente indagine dell’analista di mercato Applied Market Information riferita al periodo 2015-2020, le prospettive per i film ad alta barriera per il packaging alimentare parlano di una robusta crescita, superiore alle tendenze generali per il packaging alimentare e al ​​PIL. In base alle stime la domanda globale di film per imballaggio alimentare avrebbe raggiunto quasi i 17 milioni di tonnellate nel 2015, di cui 1,4 milioni di t incorporavano un’alta barriera, vale a dire erano film con una permeabilità all'ossigeno inferiore a 10 cc. Anche se i film ad alta barriera rappresentano solo l'8% del totale del mercato degli imballaggi alimentari flessibili, in termini di valore coprono una quota notevolmente superiore.

La relazione sui film flessibili ad alta barriera per imballaggio alimentare si propone di fornire un'analisi approfondita delle soluzioni attualmente disponibili sul mercato, insieme alle principali tendenze sull'uso di particolari substrati e metodi di barriera. Fino al 2020 il mercato è previsto in crescita. Lo studio si riferisce a film flessibili di meno di 50 µm con barriera che consentono una velocità di trasmissione dell'ossigeno (OTR) inferiore a 10 cc/ m2 ogni 24 ore. La relazione esamina la struttura del settore e la posizione dei principali operatori della filiera, sia a livello globale che per regione geografica, dando una valutazione della domanda di film ad alta barriera a seconda del substrato (cioè BOPET, BOPP, PE, poliammide, ecc.) e del metodo barriera utilizzato (metallizzazione, rivestimento, coestrusione, ecc.), accanto alle tendenze e alla domanda di film ad alta barriera per segmento di utilizzo finale (carne e pesce, snack, prodotti lattiero-caseari, da forno, ecc). Quando si considera la domanda del mercato a livello mondiale, il settore della carne e del pesce, con il 32%, assorbe la quota maggiore, mentre le altre applicazioni di utilizzo finale coprono quote della domanda simili, di circa il 10% ciascuna. Su base regionale questi dati differiscono molto di più, evidenziando le tendenze sociali ed economiche delle singole regioni.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer
 

PopUp Aholic

AAAAA