Pubblicato in Mercati Consumi
Gli snack sostituiscono i pasti tradizionali fra i Millennial americani

Una nuova indagine commissionata da Welch’s Global Ingredients Group e condotta indipendentemente da Surveygoolo lo scorso gennaio rivela che la maggior parte dei consumatori americani di snack ascrivibili alla categoria dei Millennial ne consuma uno al posto di un pasto standard almeno una volta alla settimana.

I ricercatori hanno intervistato negli Stati Uniti un campione di 300 consumatori di snack, fra maschi e femmine, di età compresa tra 18 e 35 anni, chiedendo loro quanto spesso mangiassero uno snack invece di fare colazione, pranzo o cena, ed è risultato che il 92% di essi lo fa almeno una volta alla settimana. Inoltre, la metà degli intervistati ha dichiarato di sostituire un pasto con uno spuntino almeno quattro volte alla settimana, mentre più di un quarto (26%) ha dichiarato di farlo almeno sette volte alla settimana.

L’indagine fa luce sulle reali dimensioni di un fenomeno di cui spesso si parla ma che è stato raramente misurato e che potrebbe essere un effetto dello stile di vita frenetico dei Millennial americani, giovani che consumano snack sia a casa che in viaggio, il 48% sul posto di lavoro e il 34% in auto. Quando è stato chiesto il motivo di questa abitudine, il 39% degli intervistati ha affermato di farlo quando si è troppo impegnati per mangiare un pasto adeguato da seduti, mentre il 17% ha ammesso di sgranocchiare uno snack per evitare di doversi cucinare un pasto.

Quando è stato chiesto quali siano i fattori principali che determinano la scelta di uno snack, i tre più importanti sono risultati gusto (80%), contenuto nutrizionale insieme ad aspetto salutistico (52%) e praticità (49%). Gli intervistati hanno anche affermato di preferire ingredienti naturali, come cereali integrali (43%), frutta (42%) e frutta secca (39%). Oltre a tenere in gran considerazione la frutta, i Millennial americani che consumano snack desiderano anche conoscere l'origine di quella presente negli snack (68% del campione).

Secondo Wayne Lutomski, Vice Presidente di Welch’s Global Ingredients Group, l'indagine quantifica e amplifica quello che già si immaginava, vale a dire che fra i Millenial è molto diffusa l’abitudine di sostituire i pasti con gli snack, una soluzione che va incontro alle esigenze nutrizionali e di praticità di chi vive sempre di corsa. Esistono quindi buone opportunità di successo per gli snack in grado di soddisfare la domanda di prodotti che siano al contempo buoni, pratici e naturali.

 

Il vero superfrutto americano

I risultati del sondaggio evidenziano l'importanza di utilizzare ingredienti specifici per la creazione di snack in grado di soddisfare le esigenze dette sopra.

Le inclusioni FruitWorx prodotte da Welch’s Global Ingredients Group sono veri pezzi di frutta per snack e prodotti da forno che soddisfano tutti questi criteri. Essi sono costituiti da uva Concord, una particolare uva viola scuro dal sapore dolce e pieno coltivata in Nord America da quasi 1.000 famiglie di agricoltori che lavorano per Welch’s. Oltre ad un profilo aromatico eccezionale, il prodotto apporta preziosi polifenoli ed è quindi a tutti gli effetti un vero superfrutto americano.

I pezzi di Concord FruitWorx forniscono lo stesso sapore e i polifenoli della frutta fresca da cui sono ottenuti, anzi, contengono più del doppio di polifenoli della marca più diffusa di mirtilli rossi secchi dolcificati, e tre volte quelli dell’uva passa più venduta.

I pezzi di vera frutta FruitWorx, ora disponibili in tutti gli Usa per l’industria alimentare, sono realizzati utilizzando una tecnologia unica, chiamata concentrazione ultra-rapida (URC), sviluppata da Taura Natural Ingredients.

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer