Pubblicato in Mercati Consumi
La soddisfazione del palato rimane centrale per il cioccolato

Euromonitor ha recentemente realizzato una presentazione intitolata: “La Strategia del cioccolato - L’appagamento del palato rimane importante nell’era degli snack salutistici” dalla quale si evince che nel mercato degli snack è in atto una rivoluzione dovuta al disamore manifestato dai consumatori verso zucchero, sale e ingredienti artificiali, oltreché dal cambiamento degli stili di vita e dell’attenzione al benessere.

I dati Euromonitor mostrano che le vendite di snack sani aumenteranno ad un tasso di crescita composto annuo (CAGR) del 3% nel corso 2016-2021 rispetto a quelli tradizionali, che cresceranno solo del 2%, e se questi lo faranno nei mercati emergenti, in quelli maturi come l'Europa Occidentale e il Nord America la crescita sarà trainata dai primi.

Secondo Lianne van den Bos, analista globale responsabile di Euromonitor, gli snack sono tradizionalmente biscotti, dolciumi, patatine e bibite, ma il desiderio dei consumatori di trovare opzioni più attente alla salute, completamente naturali e prive di particolari ingredienti sta ridisegnando il settore. Si sta quindi assistendo al passaggio verso spuntini sani come yogurt, bevande al latte, barrette energetiche e frutta a guscio, dal momento che questi segmenti in crescita del mercato alimentare si stanno riposizionando come snack alternativi.

Euromonitor prevede che nel 2021yogurt e latte fermentato rappresenteranno il 15,8% del mercato degli snack, rispetto all’11,1% del 2002, mentre la quota dei dolciari al cioccolato consumati come snack si ridurrà dal 17,9% del 2002 al 16,2% nel 2021.

 

Ridisegnare l’offerta

Per modificare le previsioni di crescita del cioccolato e far sì che esso rimanga centrale in un’epoca in cui vanno di moda gli snack salutistici, l'industria di settore sta ridisegnando la propria offerta dalla consistenza al sapore, dagli ingredienti al confezionamento.

La presentazione di Euromonitor evidenzia che, mentre i volumi delle vendite di cioccolato sono in calo, in valore offrono ancora grandi opportunità, e questo perché sta cambiando l’approccio al concetto di benessere. Prima si mirava a ridurre lo zucchero, oggi si punta su ingredienti di alta qualità, un gusto migliore e un consumo moderato. Alcune delle attuali strategie di guadagno in valore nel settore del cioccolato sono incentrate intorno ai suoi attributi. Infatti i maggiori casi di successo sono imputabili alla popolarità improvvisa del cioccolato fondente, che si posiziona come una sana alternativa ad altri tipi di cioccolato. Vale a dire che se si intende consumare cioccolato che, come si sa, fa male, è meglio scegliere il meno peggio.

Competere nel segmento premium significa capire le mutevoli esigenze dei consumatori, che devono tenere in conto aspetti emotivi e benefici di autoespressione. Le piccole start-up hanno sfruttato i trend sociali del benessere personale e del cambiamento degli stili di vita più velocemente delle grandi aziende di alimentari, erodendone la quota di mercato. Nel 2016, dopo anni di crescita, la top 20 dei principali leader di settore ha visto ridursi il valore delle loro quote combinate.

 

Nuove opportunità per i produttori

Secondo Van den Bos nel 2017 sta diventando sempre più importante cercare di cambiare le cose in meglio. I consumatori, vivendo in un mondo conflittuale – e questo vale soprattutto per i più giovani – vogliono una vita più ricca e parallelamente preservare le risorse naturali della terra. In questo contesto, crescono le loro aspettative per quanto riguarda i marchi. Però, non è detto che questo debba rappresentare per forza una minaccia: potrebbe anzi diventare un'opportunità per i produttori di cioccolato in grado di accogliere e rispondere alle nuove esigenze dei consumatori.

Si può imparare la lezione dalla rivoluzionaria strategia di crescita del caffè, che è riuscito a trasformare una semplice bevanda in un piccolo lusso, un piacere che ben si concilia con gli stili di vita dinamici di oggi. In questo senso il cioccolato può giocarsela per posizionarsi come fonte di benessere mentale e come momento di gratificazione, anziché mettersi in competizione con gli snack sani ipocalorici. Se si vuole vendere del cioccolato di alta gamma, bisogna informare i consumatori sugli ingredienti di prima qualità, il contenuto di cacao e l'origine, e in questo senso il settore della ristorazione rappresenta un ottimo punto di contatto.

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer
 

PopUp Aholic

AAAAA