Pubblicato in Mercati Consumi
Il mercato dei film plastici

Imballaggi pratici riscaldabili rapidamente al microonde; imballaggi visivamente attraenti, in grado di presentare bene il contenuto, prolungare la conservazione degli alimenti e preservarne gli aromi; imballaggi leggeri e al contempo facili da maneggiare: queste caratteristiche appartengono già alla vita quotidiana dei consumatori. Di conseguenza, la pressione sui produttori di film plastici per soddisfare le crescenti esigenze in materia di maneggevolezza e proprietà ottiche e barriera, nonché di conservazione delle risorse e sostenibilità, rimane elevata. I requisiti non solo aumentano per gli imballaggi flessibili, ma anche per borse e sacchetti, film estensibili e termoretraibili, film plastici ad uso agricolo. Pare comunque che il gioco valga la candela, se si pensa che le vendite di film da imballaggio dovrebbero presumibilmente raggiungere un valore di circa 250 miliardi di dollari fino al 2024.

L'istituto di ricerche di mercato Ceresana ha recentemente pubblicato la seconda edizione di un rapporto dedicato al mercato globale di tutte le pellicole plastiche, da quelli più sottili ai fogli rigidi. Qui ci soffermeremo su quelli flessibili, fra le cui applicazioni tipiche figura il confezionamento alimentare.

 

I trend del confezionamento come driver di crescita

L'individualizzazione del prodotto non si verifica solo a livello del bene di consumo finale, ma anche in larga misura nel segmento dell'imballaggio (ad esempio le campagne per Coca Cola o Nutella). Dal momento che i sistemi di stampa digitale non hanno bisogno di lastre complesse e sono sempre più efficienti, si aprono nuove possibilità per la progettazione del packaging. I requisiti per l'uso ottimale della stampa digitale sono, comunque, film in grado di essere stampati in modo semplice, veloce e con un’ottica di alta qualità.

Cresce la domanda di imballaggi sempre più complessi, soprattutto per i prodotti farmaceutici e alimentari freschi. Il cosiddetto MAP (confezionamento in atmosfera modificata) dovrebbe proteggere i prodotti alimentari da un rapido decadimento e aumentarne la durata minima grazie ad un'atmosfera protettiva creata artificialmente.

Un altro segmento in cui si stanno diffondendo imballaggi innovativi in grado di garantire una preparazione rapida e igienica del pasto è quello dei piatti pronti. Ne sono esempi le confezioni microondabili, le buste stand-up o i singoli imballaggi che offrono una migliore conservazione e la possibilità di dosaggio.

Poiché i prodotti alimentari biologici e la sostenibilità riscuotono un’importanza sempre maggiore fra i consumatori, il mercato degli imballaggi ecologici sta crescendo rapidamente. In particolare, gli imballaggi alimentari monouso offrono notevoli opportunità all’uso delle bio-plastiche, per le quali Ceresana prevede un incremento della domanda in Europa superiore al 15% annuo. In aumento anche gli imballaggi in plastica riciclata.

 

Continua il successo di BOPET e BOPP

I film in PET orientati biassialmente (film BOPET) mostrano elevata trasparenza, ottima qualità ottica e alta resistenza alla trazione, per cui con questo materiale possono essere realizzati film molto sottili e leggeri. Per l’ulteriore riduzione dello spessore e del peso dei film (downgauging), il BOPET svolge un ruolo importante. Esso contribuisce ad aumentare la durata del cibo deperibile grazie alle sue proprietà di barriera ed è ad esempio utilizzato per il confezionamento di prodotti aromatici. I film sottili in BOPET da 8 a 50 μm sono utilizzati principalmente per gli imballaggi di beni di largo consumo, mentre i film di spessore fino a circa 350 μm sono abbastanza utilizzati per articoli di cancelleria o elettrici.

I film in polipropilene orientato biassialmente (film BOPP) sono principalmente utilizzati per l'imballaggio di prodotti alimentari. Tuttavia, essi non sono facilmente termosigillabili. Poiché si tratta di un requisito fondamentale per i film da imballaggio, il BOPP è normalmente dotato di un rivestimento superficiale in un polimero con questa proprietà, come un copolimero coestruso in PP. I copolimeri termosigillabili devono presentare un'alta lucentezza e trasparenza. Il rivestimento o la coestrusione aumentano le proprietà barriera del film BOPP, diminuendo la sua permeabilità ai gas. I polimeri barriera comuni sono l'alcol vinil etilenico, il cloruro di polivinilidene e la poliammide. I film BOPP sigillabili a caldo possono essere utilizzati ad esempio per l'imballaggio di prodotti alimentari, prodotti da forno, snack, pasta, frutta secca, prodotti di patata, cancelleria, tessili, cosmetici e articoli medici. Gli analisti di Ceresana prevedono una crescita media di circa il 4% l'anno nei prossimi otto anni per i film BOPP.

 

Numerosi fattori concorrono ad una complessa struttura del mercato

Oltre alle tendenze del mercato dell'imballaggio dei beni di largo consumo, numerosi altri fattori influenzano la domanda di film plastici anche su diversi mercati nazionali. Ad esempio, molti Paesi cercano di contenere la richiesta di sacchetti usa e getta. La domanda di imballaggi secondari e per il trasporto come i film estensibili e termoretraibili dipende in larga misura dallo sviluppo macroeconomico e dal clima di consumo dei rispettivi Paesi. In alcuni, gli sforzi per intensificare l'agricoltura promuovono l'uso dei film agricoli. E, ultimo ma non meno importante, la domanda di film da costruzione è strettamente legata alla situazione degli ordinativi delle singole industrie di costruzione. Poiché tutti questi fattori possono variare notevolmente da un Paese all'altro, lo studio fornisce una panoramica dei rispettivi profili per ogni Paese, dove quelli considerati sono Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito, Polonia, Russia, Turchia, Canada, Messico, Stati Uniti, Argentina, Brasile, Cina, India, Giappone, Corea del Sud e Tailandia.

 

Lascia un commento

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer