Pubblicato in Mercati Consumi
Tassi di crescita % a valore e a volume per le diverse categorie di prodotti dolciari in Germania, 2012-2017 (Fonte: Canadean).
Un’indagine dell’analista di mercato Canadean dello scorso agosto dedicata al settore dolciario tedesco rivela che esso dovrebbe continuare a crescere nel corso dei prossimi cinque anni, anche se non senza difficoltà. Si prevede un tasso di crescita annuale  composito (CAGR) dello 0,9 % a valore e un CAGR leggermente più basso (del 0,4%) a volume fino al 2017. A limitare il potenziale di crescita del comparto contribuiranno l'alto livello di saturazione, una popolazione in calo e una crescente attenzione a salute e benessere. Va comunque ricordato che, nel 2012, il mercato dolciario tedesco era ancora il quarto in termini di grandezza fra i quindici settori alimentari monitorati dalla Canadean nel Paese.
Passando ai singoli segmenti, il più grande nel settore dolciario nel 2012 era quello del cioccolato, con una quota a volume del 57,6% e una quota a valore del 67,7% e, anche se dovrebbe rimanere il principale, ci si attende che fino al 2017 il CAGR sarà di appena lo 0,9% a valore e dello 0,3% a volume, nonostante il lancio di nuovi prodotti, come il Ritter Sport al cocco.
I dolciari allo zucchero occupano il secondo posto, con una quota a volume del 39,8% nel 2012, e se la crescita a valore dovrebbe mantenersi al di sotto della media del settore, con un CAGR dello 0,7%, il CAGR a volume dovrebbe invece raggiungere lo 0,6% entro il 2017, un dato al di sopra della media.
La categoria in più rapida crescita dovrebbe essere quella delle gomme da masticare, oggi al terzo posto, per la quale è previsto un CAGR a valore dell’1,3% e a volume dell’1,8%, sempre nello stesso quinquennio di riferimento.
Riguardo ai canali distributivi, ipermercati e supermercati insieme e negozi di prossimità dominano la distribuzione dolciaria tedesca, avendo coperto complessivamente nel 2012 oltre i tre quarti del totale, dove i primi due hanno fatto la parte del leone, consolidando ulteriormente la posizione dominante. In larga parte immutata invece la domanda di gomme nei negozi di alimentari, nei distributori automatici, in erboristerie e farmacie,  mentre hanno perso quote di mercato i negozietti “Tutto a 1 euro” e i grandi magazzini.
 

Lascia un commento

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer