Pubblicato in Mercati Consumi
I film BOPP sempre piu' apprezzati
Il film BOPP, ossia polipropilene biassiale orientato, è una delle storie di successo a livello mondiale nel settore degli imballaggi in plastica flessibile. Secondo un nuovo rapporto sul mercato globale dei film BOPP realizzato dalla AMI Consulting, si tratta di un'industria che produce oltre 7 milioni di tonnellate di substrati all'anno, per un valore superiore a 18 miliardi di dollari. Tuttavia, si tratta sempre più di un settore trainato da mercati e aree del mondo storicamente considerati “Paesi in via di sviluppo” e non solo in funzione di volumi di mercato e tassi di crescita, ma anche di leadership di mercato, dal momento che i principali attori del mercato BOPP oggi hanno sede in quelle che AMI chiama le nazioni CHIME, ossia Cina, India e Medio Oriente.
Negli ultimi tre anni l’industria del film BOPP ha attraversato un periodo di grandi cambiamenti strutturali, con l'emergere di due importanti fornitori con un fatturato di oltre un miliardo di dollari: l’indiana Jindal Poly Films e la Tahgleef Industries con sede a Dubai. L’acquisizione della ExxonMobil Chemical Films da parte della Jindal Poly Films, completata nel 2013, ha dato luogo ad un gruppo che vanta la maggiore capacità nominale di BOPP, superiore a 400.000 tonnellate, con sedi in Europa e Stati Uniti, oltre ad essere il più grande produttore in India. La Taghleef, che AMI stima essere appena dietro la Jindal in termini di capacità, si è costruita anch’essa una posizione globale attraverso l'acquisizione di varie aziende del settore in Europa e Nord America. Nel 2012 ha completato l'acquisizione della AET Films negli Stati Uniti e solo di recente ha annunciato quella in Europa della spagnola Derprosa.
Nonostante queste operazioni di grande impatto, queste due imprese rappresentano ancora meno del 10% della produzione mondiale e rischiano di essere superate – a volume almeno – da parte dei produttori cinesi nei prossimi anni. L'investimento in capacità e la crescita della domanda di film BOPP in Cina sono stati ben documentati, ma i principali produttori stanno ora cercando di passare ad un livello completamente diverso. Dal modello di business originale della creazione di un grande impianto con 3 o 4 grandi linee, i principali operatori stanno ora cercando di costruire una rete di stabilimenti in Cina con linee modernissime ad alta velocità di 8,7 e 10,4 metri (525 m/min e più) da integrare verticalmente nella produzione di resine di polipropilene. La rapida crescita di società come Gettel Group e China Soft Packaging – sostenuta dalle ricche casse del settore immobiliare – sta portando la Cina ad una ristrutturazione del mercato interno. Molti dei primi operatori hanno venduto i propri impianti, uscendo del settore, o stanno cercando di sviluppare prodotti di nicchia a maggiore specializzazione, poiché non possono competere nel settore del packaging dei prodotti di largo consumo.
La crescita della produzione di film BOPP nella zona CHIME dovrebbe inoltre portare a crescenti livelli di scambi commerciali e ad una maggiore pressione sui produttori di film BOPP in altre parti del mondo, le cui attività non sono così moderne o convenienti. Il nuovo rapporto di AMI analizza il commercio internazionale di film BOPP e mostra che nel corso del 2013 sono state esportate circa 1,8 milioni di tonnellate dei 7 milioni prodotti, di cui poco più di 800.000 tonnellate sono state oggetto di scambi inter-regionali. Mentre meno del 10% della produzione cinese viene esportata, quantificabile in oltre 3 milioni di tonnellate, questo valore la rende ancora la maggiore nazione esportatrice e questi volumi sono sempre più importanti soprattutto nei mercati asiatici, che rappresentano la destinazione principale del BOPP. L’Europa, che storicamente è sempre stata un forte esportatore di film, è oggi la regione che registra le più imponenti importazioni nette di questo nateriale, con un dato che sfiora le 100.000 tonnellate. Sempre più spesso questi volumi provengono da Medio Oriente e Nord Africa, anche se questa regione importa ancora volumi significativi – in particolare dall'India. Nonostante la rapida crescita della domanda di film BOPP in India il mercato è ancora relativamente piccolo e i produttori indiani hanno avuto molta fortuna nello sviluppo delle vendite all'estero.
Mentre l'equilibrio si sta forse spostando nel settore del film BOPP, secondo AMI le prospettive per il comparto rimangono complessivamente molto positive. La crescita globale dovrebbe continuare ad avanzare tra il 5-6% nei prossimi cinque anni, facendo aumentare la domanda di altri 2 milioni di tonnellate fino al 2018.

Lascia un commento

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer