Pubblicato in Ricerca Applicata
Antocianine e malattie cardiovascolari
Le antocianine che si trovano nei frutti a bacca potrebbero aiutare a diminuire il colesterolo cattivo nei soggetti sovrappeso senza alcun effetto sui livelli degli individui normopeso. Questo è quanto emerge dall’articolo pubblicato da ricercatori americani sulla rivista Nutrients (vol. 8, n. 1, pag. 32, 2016) dopo la revisione sistematica di 12 articoli trovati su PubMed, Web of Science Core Collection e Biosis Prewies che descrivono i risultati di studi sull’uso delle antocianine, flavonoidi che si assumono con la dieta.
I dati forniti dall’OMS indicano che le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte nel mondo ed è previsto che entro il 2030 muoiano 28 milioni di persone per problemi cardiocircolatori.
Dall’analisi degli articoli risulta che l’integrazione con le antocianine ha migliorato in modo significativo il colesterolo LDL degli individui con valori elevati di questo marker delle malattie cardiovascolari e non sono stati registrati effetti negativi fino alla concentrazione massima di 640 mg/die. Le limitazioni di questi test nelle analisi qualitative comprendono la breve durata e la grande variabilità nelle dosi somministrate nei diversi studi. Pertanto sono necessari ulteriori studi di durata maggiore che accertino le risposta dipendente dalla dose in modo da poter determinare se esista effettivamente un effetto dovuto all’integrazione.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer