Pubblicato in Ricerca Applicata
Nuovo metodo per rilevare gli spaghetti fessurati

Sul numero di aprile di Bioscience, Biotechnology, and Biochemistry è stato pubblicato un lavoro giapponese sul rilevamento delle fessurazioni negli spaghetti essiccati con l’utilizzo di immagini di trasmissione.

Durante il processo di essiccazione di questo tipo di pasta, infatti, si formano delle crepe che ne riducono il valore commerciale, per cui è molto importante rilevarle. Tuttavia, la presenza di screziature, originate dalla crusca di grano, ostacola l'identificazione automatica delle fessurazioni. In questo studio è stato sviluppato un metodo semplice per rilevare le crepe presenti negli spaghetti utilizzando una fotocamera digitale che ha consentito di distinguere le fessurazioni dalle screziature sgranando l'immagine della trasmissione della luce degli spaghetti e analizzandola in base alle caratteristiche geometriche nell'istogramma costituito da tutti i pixel. Il metodo è in grado di rilevare le crepe provocate negli spaghetti con superficie ruvida, preparati mediante trafilazione al bronzo e formatura per estrusione sottovuoto, nonché quelle presenti negli spaghetti con superficie liscia, preparati con trafila in Teflon.

 

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.


Copyright © 1998 - © 2019 Chiriotti Editori S.r.l. Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy | Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480
Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010 | info@foodexecutive.it
Disclaimer | Website by Marco Riccardi
Utilizziamo i cookie per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok