Pubblicato in Ricerca Applicata
Fiori di rosmarino come alimenti vegetali commestibili

Il Rosmarinus officinalis L., comunemente noto come rosmarino, è stato ampiamente studiato per il suo uso come ingrediente alimentare e pianta medicinale; meno attenzione è stata data ai suoi fiori commestibili ed è, pertanto, necessario valutare il loro potenziale come alimenti funzionali o nutraceutici. Per ottenere ciò, nella ricerca spagnola pubblicata sulla rivista Antioxidants, il profilo fenolico dell'estratto etanolico dei fiori di R. officinalis è stato determinato usando LC-DAD-ESI/MSn e poi il suo potenziale antiossidante e anti-invecchiamento è stato studiato attraverso saggi in vitro e in vivo usando Caenorhabditis elegans. Il contenuto fenolico era di 14,3±0,1 mg/g di estratto, con l'acido transrosmarinico come composto predominante; l’estratto ha anche mostrato una forte capacità antiossidante in vitro e ha aumentato il tasso di sopravvivenza di C. elegans esposto a stress ossidativo letale. Inoltre, i fiori di R. officinalis hanno esteso la durata della vita di C. elegans fino al 18%. Con questi risultati si conferma il potenziale uso dei fiori di R. officinalis come ingredienti per sviluppare prodotti con potenziale farmaceutico e/o nutraceutico.

Lascia un commento

Image
Copyright © 1998-2022 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer