Pubblicato in Ricerca Applicata
Applicazione del trattamento sonodinamico per la disinfezione degli alimenti

 

Il trattamento sonodinamico (SDT) si basa su una combinazione di composti chimici (sono-sensibilizzatori) e ultrasuoni e può essere applicato nella lavorazione degli alimenti per migliorare l'inattivazione di diversi patogeni di origine alimentare e microbi responsabili del loro deterioramento. 

Gli obiettivi dello studio americano pubblicato sul Journal of Food Protection sono quelli di valutare l'efficacia dei sistemi SDT che utilizzano sono-sensibilizzatori di grado alimentare per inattivare gli agenti patogeni di origine alimentare selezionati in diversi sistemi liquidi tra cui le bevande. In questo studio sono stati impiegati due sistemi a ultrasuoni con diverse frequenze e intensità in combinazione con sono-sensibilizzatori di grado alimentare. I modelli di inattivazione cinetica sono stati costruiti per quantificare la riduzione batterica dei trattamenti SDT utilizzando il metodo standard di conteggio delle piastre. Dopo che è stata confermata l'inattivazione batterica sinergica, sono stati caratterizzati i cambiamenti biochimici nelle cellule trattate per studiare il potenziale percorso dell'inattivazione. Per quanto riguarda i meccanismi battericidi sono stati studiati gli indicatori di apoptosi cellulare, compresi i danni alla membrana, lo stress ossidativo e la soppressione dell'attività metabolica. I risultati hanno mostrato una significativa inattivazione batterica sinergica sui modelli batterici selezionati con un breve tempo di trattamento. I modelli batterici erano ceppi E. coli O157:H7 e L. innocua, scelti come rappresentanti dei batteri gram-negativi e gram-positivi. È stato osservato che i trattamenti SDT hanno raggiunto una riduzione di CFU da 5 a 6 log (P<0,01) per entrambi i batteri testati entro i 15 minuti di trattamento nelle soluzioni acquose. 

Quando applicati in modelli di bevande, i trattamenti SDT hanno mostrato una decontaminazione da 5 a 6 log di CFU (P<0.01) entro 10 minuti, mentre gli attributi di qualità del prodotto sono rimasti invariati. I batteri trattati hanno mostrato segni di apoptosi cellulare che includevano danni significativi alla membrana, danni ossidativi intracellulari e soppressione dell'attività enzimatica. 

Lascia un commento

Image
Copyright © 1998-2022 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer