Pubblicato in Salute e Benessere
Le spezie aiutano a ridurre l'infiammazione

In uno studio controllato randomizzato sull'alimentazione, pubblicato sul Journal of Nutrition, i ricercatori della Penn State University (Usa) hanno somministrato una miscela di basilico, alloro, pepe nero, cannella, coriandolo, cumino, zenzero, origano, prezzemolo, peperoncino, rosmarino, timo e curcuma, in aggiunta ad un pasto ricco di carboidrati e grassi.

Recentemente i ricercatori hanno scoperto che l'infiammazione può aumentare dopo che una persona mangia un pasto ricco di grassi o zucchero. Sebbene non sia chiaro se questi brevi “scoppi”, chiamati infiammazione acuta, possano causare infiammazione cronica, Connie Rogers, professore associato di scienze nutrizionali, afferma che si sospetta che giochino un fattore significativo, specialmente nelle persone in sovrappeso o obese.

Per lo studio, i ricercatori hanno reclutato 12 uomini di età compresa tra 40 e 65 anni, in sovrappeso o obese e almeno un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Ogni partecipante ha mangiato per tre giorni tre versioni di un pasto ricco di grassi saturi e carboidrati: uno senza spezie, uno con 2 grammi di spezie e uno con 6 grammi di spezie. Infine, i ricercatori hanno prelevato campioni di sangue prima e poi dopo ogni pasto, per quattro ore consecutive, per misurare i marker infiammatori, e dopo avere analizzato i dati, hanno scoperto che le citochine infiammatorie sono state ridotte dopo avere assunto il pasto con 6 grammi di spezie rispetto agli altri pasti. 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer