Pubblicato in Vino
Uso di nanoparticelle d’argento biocompatibili in vinificazione

Grazie alle loro proprietà antimicrobiche, le nano-particelle d’argento (Ag NP) potrebbero essere utilizzate in vinificazione per ridurre l’impiego dell’anidride solforosa. Nell’articolo pubblicato da ricercatori spagnoli sulla rivista Innovative Food Science and Emerging Technologies (vol. 5, pagg. 64-71, 2019) è stato accertato l’effetto di due tipi di nano-particelle d’argento rivestite con materiali biocompatibili (PEG-Ag NP 20, polietilen glicole, e GSH-Ag NP, glutatione ridotto) sul controllo della crescita microbica nei vini. Entrambe le nano-particelle sono state sottoposte a una digestione in tre passaggi in vitro e sono stati determinati i cambiamenti nella loro morfologia e la loro citotossicità contro le cellule Caco-2.

Entrambe sono risultate efficaci contro le diverse colonie microbiche presenti nei vini testati. Riguardo la loro digestione in vitro, la dimensione e la forma delle nano-particelle sono risultate pressoché inalterate nel caso delle GSH-Ag NP, mentre con le PEG-Ag NP è stata osservata un’agglomerazione. Questi risultati suggeriscono che le nan-oparticelle d’argento possono raggiungere l’intestino e non presentano tossicità per l’epitelio intestinale. 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer