Pubblicato in Vino
Rilevamento e quantificazione del grado di adulterazione di vini invecchiati

Ricercatori spagnoli hanno sviluppato un metodo per autenticare vini invecchiati di alta qualità e per quantificare le loro potenziali adulterazioni attraverso l’analisi multivariata e la tecnica della regressione per ottenere immagini digitali RBG. Lo studio, pubblicato sulla rivista Food Chemistry ha preso in esame i vini Rioja Gran Reserva, Crianza e Joven e campioni adulterati sinteticamente di Gran Reserva. Sono state ottenute immagini digitali da un dispositivo singolo preparato artigianalmente; ciascun campione è stato caratterizzato all’intensità 256 della colorazione RBG. L’analisi multivariata dell’immagine ha rivelato differenze tra le tipologie di vino e tra il vino con e senza adulterazione. È stata utilizzata la regressione parziale dei minimi quadrati per sviluppare un modello per la stima del grado di adulterazione dei vini Gran Reserva. La previsione ha mostrato una precisione appropriata e un adatto livello di definizione per quantificare i costi-benefici di un’adulterazione; pertanto, questo metodo, grazie alla semplicità e al basso costo, fornisce una valida alternativa ai metodi chimici tradizionali di autenticazione.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Image
Copyright © 1998-2020 Chiriotti Editori srl Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - P.IVA e C.F. 01070350010 - Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480 - email info@foodexecutive.it | Disclaimer